MAI DIRE ORMAI (per over 40)

Quando una ragazza atletica,bella,dinamica e simpatica mi chiede di allenarla perchè”ha più di 50 anni”,e “ORMAI bisogna evitare il crollo totale”,io…mi metto alla tastiera,indignata,e le rispondo:

SI,ti allenerò con piacere,farò miei i tuoi obiettivi,perchè trasformare corpi,realizzare desideri è una cosa che amo da matti, e NO,non ti allenerò per contrastare lo sfacelo dei tuoi più-che-…anta,ma perché proprio questi strepitosi …anta fanno di te la donna determinata e indipendente che ha tempo,voglia,disponibilità economica e disciplina per intraprendere un percorso personalizzato con me.

Spero che l’atleta che ha dato il “la” a queste mie considerazioni si riconosca in queste righe,e veda l’inizio del nostro lavoro insieme come un viaggio ricco di soddisfazioni,di obiettivi centrati e di piacevole scoperta delle proprie potenzialità.

E’ da un po’ che noto,con preoccupazione e fastidio,soprattutto da parte delle mie atlete(i maschietti in questo sono più positivi) l’uso/abuso della parolina subdola e corrosiva “ormai”.

“Ormai”è rassegnazione,ineluttabilità, è non-c’è -niente-da-fare…,è paralisi.

Valeria Straneo 43 anni Catherine Bertone 47 anni Gloria Marconi 51 anni

Chi la usa come alibi per giustificare la propria pigrizia e poca voglia di mettersi in gioco,interrompa pure qui la lettura. Non mi rivolgo (non ne vale la pena),a chi si accontenta,a chi si ferma di fronte al difficile,a chi ,di fronte la strada interrotta ,fa retromarcia,invece di trovare una via alternativa,PUR DI ARRIVARE.

Non giudico:ognuno sceglie come porsi di fronte alla vita,e chi piega la testa masticando “ormai…” ha scelto di vivere col freno a mano tirato,e magari è pure contento.

No,sto scrivendo per chi a quell’”ormai” si è un po’ arreso e un po’ no,e sente che,forse forse ,qualcosa si può fare…

SVEGLIA!!!! Il medioevo è finito,e se prima la donna era solo considerata una macchina-da-procreazione, da rottamare con l’arrivo della menopausa ,se non prima,ora qualche passetto avanti è stato fatto,o no????

Rispetto a prima la donna può votare,vivere da sola,convivere,lavorare,adottare un figlio anche da single,mettere la minigonna,tingersi i capelli di viola,avere il toy boy, uscire la sera con le amiche,prendere il sole in topless,guidare il bus e il taxi,fare la sindaca,la sacerdota,la pilota di jet,EPPURE…non regge alla crisi degli “anta”. E allora non ci si allena per migliorarsi,ma per non “crollare”,non si cerca o si vive una storia d’amore serena,ma la si cerca a- tutti-i- costi,altrimenti,ormai…

Ormai COSA????? Dopo gli “anta”,amiche e atlete mie,si entra in un periodo stupendo: si è maturata più esperienza di vita ,ma si ha ancora la voglia di scoprire,si è,auspicabilmente,economicamente indipendenti,generalmente si hanno le idee chiare su quello che si vuole. Di solito,se si hanno figli,sono già grandini quel tanto che basta per garantire un paio d’ore di autonomia da dedicare agli allenamenti (nello specifico parlo di obiettivi estetico-atletici).

Vi faccio una domanda:se foste trovatelle,senza registrazioni all’anagrafe,CHE ETA’ VI DARESTE? CHE ETA’ VI SENTITE ADDOSSO? Bene,QUELLA è la vostra età mentale,e l’età che,di conseguenza,il corpo sente sua e mostra.

Da qualche anno le candeline sulle mie torte di compleanno sono un po’ più di venti,eppure non mi sono mai sentita più energica.vibrante e desiderosa di fare come ora.

E spero di dimostrarvi presto,se non altro dal punto di vista atletico,nello specifico nell’ambito del mio amore ritrovato,il running,che ad “anta” anni,si possono perseguire e raggiungere risultati strepitosi. Seguitemi,incoraggiatemi,e…buttatevi anche voi in qualcosa di bello da ottenere!

ORMAI spero di avervi convinte che l’”ormai” NON ESISTE.

Condividi con gli amici questo articolo